martedì 14 settembre 2010

Andando...

Andando

               dall’altro ieri lontano

Andando

              dall’ieri passato

Andando

             dall’oggi vissuto

Andando

             a cercare il domani

Andando

             verso l’eternità.

Andando!

                                                                      Angelo Roberto Campiselli (2008)

15 commenti:

  1. Aggiungo una mia vecchia sullo stesso tema
    saluti

    UN DOPO

    Un dopo incerto
    un dopo prigioniero
    un dopo casuale
    un dopo vecchio come il prima
    un dopo vuoto che esplode

    un dopo amaro come il fiele
    e dolce come il miele

    un dopo meraviglioso
    come una fanciulla
    che muove i passi in danza

    un dopo quello che
    sorregge il presente

    quel dopo
    puntello dei sensi
    e delle utopie

    un dopo che muove la vita....

    RispondiElimina
  2. oh, che belle tutt'e due! mi piace il gerundio! mi piace l'espressione del movimento… del mentre! :)

    RispondiElimina
  3. Stupenda!

    La differenza tra quella pubblicata da me e la tua sta nella farina: la tua è del tuo sacco, la mia è trovata, gustata e offerta.
    Della poesia non so nulla, né di tecnica né di metrica, ma quando i versi mi "parlano" me li godo di santa ragione.
    Sono un consumatore finale: senza me, e molti altri come me, la poesia sarebbe fine a se stessa, i suoi messaggi vento nel vento.
    (Sono onorato di averti, indegnamente, tra i miei follower).

    RispondiElimina
  4. Prima di tutto COMPLIMENTI per la formattazione del testo..
    Gli occhietti si sono trasformati in un andando da sinistra a destra :D
    Il peregrinare dall'altro ieri verso l'eterno ..
    è il senso della vita: divenire, gerundio!

    Bellissima anche la poesia del prof.Zaffuto!

    RispondiElimina
  5. Bella anche quella di Francesco... E comunque porca trota sono con la Greisssssssssssssss! Testo formattato ad arte, che avrai rischiato "Questo post non è più disponibile" almeno 1000 volte! :D

    Sei stato audace! Grande Gatto! :)

    RispondiElimina
  6. ... andando verso l'eternità ...

    RispondiElimina
  7. @ Rospello: ti frego, a me le prese per il culo mi fanno godere.
    Andò così: su indicazione della mia Assistente Virtuale ho postato prima su world office, o qualcosa di simile, ho copiato poi incollato sul blog.
    Qui giunto, ho provato a modificare il post a mia immagine e somiglianza; cioè minimal umile e ridotto, anche per contrastare la mia poco nota prolissicità.
    Mi interessava postare la poesia, che avevo visto di buon appeal, proprio nella sua concisione.
    Nel blog, col cazzo che sono riuscito a fare modifiche: quello che avevo creduto di volere su office è uscito sul blog, quasi pari pari.
    Ho acquisito, senza troppa fatica lo ammetto, la fama di imbranato web, e adesso sono costretto a tenere alto il vessillo.
    Ti dirò, sempre senza troppa fatica...

    RispondiElimina
  8. come petrolio
    amo anch'io il gerundio, non mi chiedete perché, ma mi affascina e comunque il senso dell'andare sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, di non essere mai soddisfatto, di essere curioso, è alla base della mia vita.

    bellissima anche quella di Francesco, più esplicita, più chiara, ma sullo stesso tema (si sa che i gattti non vanno mai diretti al punto, ci girano intorno e poi raggiungono sempre il loro scopo)

    RispondiElimina
  9. Bellissima! Complimenti gatto!

    RispondiElimina
  10. @ Itsas: quando vanno dritti al punto, vengono prontamente smentiti a suon di pagine di giornale internazionale.
    Visto che siamo fuori dai due blog coinvolti (ovviamente per colpa tua), quando Perboni dice "tra moglie e marito ecc.", non è che apre una nuova pagina, con te e la Stefy sposati?
    Sarebbe uno scoop da favola, da far schiattare Grace/Will e altre coppie vagolanti nei blog!
    Altro che le poesie (non mie): sarebbe un tripudio, più pazzesco del gol di Sgrigna al Sassuolo (Cairo dixit).
    ?Te gusta?.
    Il "?" capovolto non so dove si trova, ma va bene lo stesso; al limite tiraci una riga rossa...

    RispondiElimina
  11. @gatto
    al più presto riceverà notizie del mio avvocato... conosce ogni singolo cavillo del codice civile... e quando ha bevuto abbastanza li recita a memoria come se fossero poesie...

    il punto interrogativo capovolto? basta tenere premuto "alt" (a sinistra della barra spaziatrice) e digitare 168 sulla tastiera numerica ( a destra della tastiera ), poi rilascia "alt" e apparirà il punto ¿¿¿¿¿

    ¡¡¡¡ ÑÑÑ ñññ ....

    hehehehehehh

    RispondiElimina
  12. Itsas mi vuole rubare il lavoro di assistente virtuale?
    :)

    RispondiElimina
  13. Gatto ti ho già fatto i miei complimenti per la poesia, è bellissima però...non è che andando andando non torni più ?!

    RispondiElimina