venerdì 17 settembre 2010

LATITANTE

Peregrino se ne va,
nel deserto di città,
ramingo e disperato,
solitario e ricercato.

Guarda a destra,
e c’è un plotone,
di corvi affamati,
sulla sinistra
un altro plotone,
di jene ridenti…

che cercano lui.

Tutto per colpa
di una cassata,
nata dal nulla
e poi svirgolata.
Tutti lo cercano,
nessuno lo vuole,
soltanto perché,
seguendo la cronaca,
ha scoperto un amore.

Che amore non era,
e neanche un calesse:
era solo un miraggio,
seppure palese.
Lo hanno fregato
nella sua ingenuità,
ed ora è in viaggio.

Un viaggio di fuga,
la Legge lo insegue,
chissà quando mai
quei torvi avvocati
vedranno in che guai
si vanno a cacciare.

Lui nella Legge
ha poca fiducia,
ancora di meno
nell’avvocatura.

Ha i suoi legali,
già sull’avviso,
non sono “dottori”,
di Legge non sanno,
ma legge san fare,
e battono bene,
laddove un gattino
vien pesto di gusto.

Uno fa il cuoco,
l’altro è insegnante,
l’altro è buon mastro
di muratura,
e un altro intercetta
rompendo i contatti
tra chi lo ricerca
per fargli la festa.

E’ un misero gatto,
e oltre che nero,
è pure granata,
che è come dire
“che bella giornata!”.

Chi vuol la sua pelle
per farne zerbino
è bene che sappia
che pur latitante,
(gatto vagante),
ricerca la pace,
la cerca ogn’istante.

E quando sul ponte
vedrà sventolare
bandiera bianca,
o una colomba
con foglia di fico,
che copra in silenzio
un amore cortese,
che altro non era
che una grande cassata
ed un picciol calesse,
sarà segno di fine
della sua latitanza.

.


E, comunque, abbasso giulio!



24 commenti:

  1. Questo pezzo è bellissimo. Ho riso, mi ha fatto ridere, è bello. Mi piace. E' cazzuto, però mi piace. Ah, intendo questo:

    E’ un misero gatto,
    e oltre che nero,
    è pure granata,
    che è come dire
    “che bella giornata!”.

    RispondiElimina
  2. Ci accomuna un gatto!!!
    Simpatico il tuo testo.
    Saluti
    Giulia

    RispondiElimina
  3. Ma questa poesia...
    non sarà rivolta a me, vero?

    RispondiElimina
  4. Caro Itsat è per me e per te!
    Gattone ailoviu!

    RispondiElimina
  5. Lo voglio anch'io il mutuo di topi per Piumino!!!!!
    Un sorriso a te e grazie del commento (simpatico)che mi hai lasciato
    Kisses
    Giulia

    RispondiElimina
  6. @ Itsas: certo che no! Potrebbe essere usata contro di me in tribunale. Ma come ti vengono in mente certe idee?

    @ Stefy: ovviamente idem come sopra.
    Tra l'altro, i miei legali li ho citati, Itsas pure (domani intervista in tedesco?), degli indagati mancano InfraReDito e Grace (e tutto quel che segue). Di parte lesa manchi tu: se tanto mi dà tanto, i tuoi saranno Gaccaedinì e Pekorinella.

    (Chiedo il rinvio delle udienze perché ho iniziato la vendemmia, e dell'aiuto dei miei legali in questa operazione non mi fido; so che resterei senza uva e senza vino. Alle cose serie penserò dopo).

    RispondiElimina
  7. Gatto..ci sono delle novità..appena puoi..passa a leggermi da Itsas..
    QUESTA STORIA DEVE FINIRE!

    RispondiElimina
  8. La gattanza nera come sai ti accomuna anche a me... un saluto dallo scrittore pazzo e dal suo Isidoro... :D

    RispondiElimina
  9. Grazie per le belle parole che hai lasciato nel mio posticino, sono felice perchè sono riuscita a comunicare qualcosa e in questo mondo in cui tutti pensano a sè stessi, vanno veloci e pensano soltanto ad arrivare e non anche al cammino che compiono per arrivare, l'avere fatto pensare o almeno riflettere anche una sola persona mi rallegra e mi sprona a fare sempre di meglio. A presto Gatto.

    RispondiElimina
  10. Ciao Gatto, tutto bene oggi???

    RispondiElimina
  11. Che casino. Mi spiace a prescindere, ma te la caverai.

    RispondiElimina
  12. L'ho letta con gusto un paio di volte
    saluti

    RispondiElimina
  13. grazie gatto..... ho un posto libero come correttore di bozze.... è tuo.... assunto senza colloquio.... per titoli

    RispondiElimina
  14. Gatto?????? Ma mi dici che ti è pigliato l'altra sera ? Cosa ti ha infastidito, posso saperlo?
    Grazie,
    Heidi

    RispondiElimina
  15. @ QUASI TUTTI: non ero più tornato sul blog, perché ritenevo il fatto esaurito. Stasera vado per postare l'ennesima fesseria, e mi trovo il finimondo...
    Cerco di essere conciso, e tutti sapete a che sacrificio mi obbligate: Orwell '84 ci fa un baffo (veramente sarebbe un baffetto, ma qualcuno potrebbe pensare al politico, che, almeno in questo caso, è innocente).
    Per mia fortuna e felicità ho incocciato un gruppetto di bloggeristi (spero di non perdere il posto testé offertomi da Bussolina) che, da una virgola piuttosto che dal colore di una mutandina, sanno 'svariare' a tutto campo, creando commedie tragedie gialli... musical no, perché, almeno io, sono negato (alcuni lo sanno bene), in modo talmente sequenziale ed esponenziale da apparire alla fine dell'avventura fatto realmente voluto.
    L'input alla vicenda è partito da Stefy, seguita da Itsas che (coda di paglia) aveva subito detto non sono stato io, seguiti, tra gli altri, da un gatto ingenuo (e anche stravaccato dall'inizio del campionato di B, e non dico altro), che per gelosia ha puntato il dito accusatore verso il negazionista a priori.
    Poi le smentite sono fioccate, anche su giornali mai sentiti nominare, in anglo-inglese e in ispano-spagnolo; sono spuntati, come corvi e jene, avvocati di merda pronti a spolpare gatti itsas stefanie grace alligatori...
    Insomma, un grandissimo casino, partito da un dolcissimo "I LOVE", che qualunque persona dotata di sentimento esprime ogni dì verso l'amato/a.
    Sarebbe stato il The end, se non fosse spuntato un fantomatico Giulio...
    Chiunque si chiami, o sia chiamato Giulio, è candidato al prosieguo del dramma (e qualcuno, volpinamente, lo ha già fatto, subito allontanato dal piedino 36 della Stefy).
    Concisione volevate, circoncisione avete avuto.

    (Ricordate: sparare ai gatti è reato! E anche tirare scarpe, se non accoppiate).

    RispondiElimina
  16. @ HEIDI: prima di tutto MIAO a te. Non devi esagerare con l'acqua minerale (oh, quando cerco una rima, manco a pagarla...): ho riletto tutto tutto, e non mi pare mi fosse preso nulla di diverso da quello che ho detto.
    Nada verso il tuo post, delicato e sensibile come sempre; nada de nada verso i commenti precedenti e seguenti il mio, li ho trovati aderenti al mio pensare in merito al discusso.
    Voglio sapere dove ho dato l'impressione di essermi infastidito.
    Se non vuoi seguire la strada maestra, il sentiero alternativo lo conosci, è sempre aperto...
    Fammi comunque sapere; nel frattempo ho pronto un secchio di cenere, fredda, e se ho fatto, involontariamente, una cassata, mi ci arravoglio in penitenza. Vabbé, penitenza: lo sai che la cenere per i gatti è la migliore alcova. Però fammi alcovare felice...

    RispondiElimina
  17. Ciao, mi è sembrato che te la fossi presa quando mi hai scritto: "Heidi, mi sa che con le mie scuse stasera ti fai un cuscino..."
    Mi è sembrato che da me ti aspettassi una risposta diversa e CREDIMI, non ho capito quale.
    Comunque detto questo, non è neanche tanto bello che tu mi indichi la strada maestra caro Sig. Gatto mentre cerchiamo di capirci, perchè ci arrivo comodamente da sola.
    Mi dispiace per tutto e ti chiedo scusa se è il caso di chiedere scusa ma alla porta, anche se virtuale, non mi ci faccio mettere da nessuno!
    Buona Vita
    Heidi

    RispondiElimina
  18. @ HEIDI: o io sto rincoglionendo (del tutto) o tu insisti troppo con la minerale o è un attimo di non comprensione reciproca. Riprovo:

    a) il cuscino di scuse (le mie scuse) era dovuto al fatto che in poche righe mi ero scusato più volte per non essere riuscito a farmi capire; non era un'ipotesi di sprezzo di queste scuse da parte tua; l'ho creduto un modo originale per darti la buona notte;

    b) devi essere proprio incazzata, per leggere a quel modo le mie indicazioni "stradali":

    LA STRADA MAESTRA INDICATA SONO I COMMENTI DIRETTI E PUBBLICI A UN POST QUALUNQUE.

    IL SENTIERO ALTERNATIVO ERA QUELLO CHE HAI SEGUITO, FORSE CASUALMENTE, PER ENTRARE NELL'ALTRO BLOG PARALLELO, NEL CASO AVESSI RITENUTO PRIVATIZZARE IL TUO MESSAGGIO.

    Non è nel mio carattere troncare un dialogo, per difficile e antipatico possa essere (e non è questo il caso nostro!), invitando l'interlocutore a togliersi dai piedi. Sono testardo nel difendere le mie ragioni, ma altrettanto umile da riconoscere quando ho torto. E in tal caso non mi vergogno di chiedere scusa... fino ad offrirne cuscini, se è il caso, ma mai in modo offensivo).

    Se mi sono spiegato a sufficienza, sono sempre qui, però sempre e solo gatto. Il Sig. l'hanno mangiato i topi.

    RispondiElimina
  19. Concordo in pieno sul fatto che i bloggeristi in questione sono fantastici ad inventarsi una montagna da un granello di sabbia! :)
    Comunque la qui scrivente cenerentola porta il 39!
    AHAHAHHAH
    Se posso: Heidi, credi a me, Gattone non è il tipo! ;-)
    Fate pace.
    :)

    RispondiElimina
  20. Gatto, ti chiedo scusa. Sicuramente di persona riuscirei a capirti e a farmi capire meglio, ma così è difficile. Probabilmente sono stata un pochino permalosa e mi stupisce perchè solitamente non lo sono, comunque vuoi un po' d'insicurezza e un po' di sindrome...ormonale, non ho capito le tue intenzioni e tanto meno l'invito. Mi piace troppo quello che scrivi un po' qui e un po lì... che non potrei mai rinunciare a seguirti.
    Ti chiedo scusa e spero di non averti fatto arrabbiare troppo. Dai mettiamoci una pietra sopra, che dici?

    RispondiElimina
  21. @ Heidi: ti amo come e più di prima!

    @ Stefynuccia: trentanove!
    Siamo pari: tu mi facevi più giovane (sigh! bisigh! trisigh!), e io ti avevo dato un piedino cenerentoliano.
    Se può farti piacere, ma non so perché dovrebbe, anch'io porto il trentanove.
    E quando compro le scarpe ci sono montagne di 38 e caterve di 40, ma niente 39. O è un piede universale, o viene ignorato contando sulla crescita in età crescitiva, o sul raggrinzimento in quella decrescitiva.
    Qualche 38 mi va già bene...

    RispondiElimina
  22. Certo, mi fa veramente piacere. Se vuoi ti presto un paio delle mie. Sai portare i tacchi alti? No? Nemmeno io. Ti presterò le scarpette da tennis, ok?
    Mi fai morire! :D

    RispondiElimina