martedì 28 ottobre 2014

Pubblicità Progresso

Siamo immersi nel guano, in ogni settore della vita quotidiana.
Ci stiamo affondando, in questo elemento, e visto che non c'è verso di uscirne, anzi le previsioni ci danno prossimi all'affogamento, l'unico modo per sopravvivere è di alleggerire la mente dai troppi pensieri che la opprimono.
La lettura è uno dei modi più spicci e meno onerosi per raggiungere lo scopo.
Se poi questo leggere invita al sorriso, sarà un collarino che terrà la testa a galla, in attesa di improbabili tempi migliori.
"La notte dei truzzi" è un libro di 300 pagine cartacee (quindi eventualmente riciclabile come carta ovvero come sostegno d'emergenza a sedie o tavoli traballanti), tutte da leggere e, garantito al limone, tutte da gustare.
L'Autore è un giovane che, nonostante questa grave invidiabile pecca, scrive bene.
Espressivamente e, per strano che possa sembrare, anche grammaticalmente.
Se a chi leggerà questo tometto non dovesse sgorgare il sorriso salvavita, vorrà dire che è senza speranza (quel lettore), ormai talmente immerso nel guano citato da risultare irrecuperabile.
Per chiariment, critiche, insulti, querele (ma anche, diovolesse, per baci abbracci cotillons) il giovanotto è rintracciabile sia su Blogger (www.obbrobbrio.it) che su Facebook (www.facebook/obbrobbrio) e pure su Twitter (@obbrobbrio).
L'Autore, già preda dell'ordinaria follia che ormai ha contagiato un po' tutti (bene descritta nell'ultima immagine di questo post), altro che ebole o legionelle, in fase di trattativa privata è disponibile all'invereconda offerta del 2x1, purché almeno uno dei due risulti regolarmente acquistato.

La notte dei truzzifrontespizio


La notte dei truzziultima di copertina
Alessandro Cassano, autore de La notte dei truzzi,
in un autoscatto (volgarmente detto selfie) recente,
in occasione della presentazione del volume
Come già chiaramente esposto dal titolo, questa è una proposta promozionale parzialmente gratuita, una vera Pubblicità Progresso, quindi con fini no profit.
Gratuita fino alla 100millesima copia venduta; dopodiché è previsto un lauto riconoscimento, che sarà devoluto a favore della Fondazione Gatti Affamati, di cui sono unico socio, senza discriminazioni sul colore del pelo o sulla veganità o sul randagismo.  




9 commenti:

  1. mi piac... ehm... grazie mille :)

    RispondiElimina
  2. Ebbi la fortuna di ricevere qualche bozza iniziale dei primi capitoli, piansi per il ridere. Alessandro sa il fatto suo, e sa dirlo parecchio bene. Credo che non mi resti che comprarlo ora no?! :)

    RispondiElimina
  3. Sembra allettante. Da comperare.

    RispondiElimina
  4. Me lo son appuntato nella data di oggi.

    RispondiElimina
  5. Se lo dici tu mi fido, poi ti dirò.

    RispondiElimina
  6. Grazie dell'intrigante "rece"

    RispondiElimina
  7. Conosco il blog e l'autore, sicuramente un testo interessante.
    Serena giornata

    RispondiElimina