venerdì 26 aprile 2013

Napolitano non dixit


Il discorso di Napolitano, rivolto alle Camere riunite, sottotitolato per i non udenti.
Ho un televisore vecchio, forse è per quello che nelle riprese andate in onda questi sottotitoli non si sono visti.
Comunque ho l'impressione che lì ad ascoltarlo ci fosse una folta rappresentanza dei non udenti d'Italia.

16 commenti:

  1. Caro Pietro io non mi faccio illusioni!!!
    non verr࣠fuori nulla di buono.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. E che i non udenti abbiano udito!

    RispondiElimina
  3. ahah bellissimo discorso sottotitolato, molto vero, si ride per non piangere, ciao grazie buon week end a presto rosa..

    RispondiElimina
  4. Il fatto è che la prima figura di merda l'ha fatta lui accettando dopo aver detto più volte che non avrebbe ricoperto ancora l'incarico.
    Forse e dico forse c'è di buono che Letta riesca a fare sto governo, con tutte le sue pecche, ma almeno andremo a votare con una nuova legge elettorale.

    RispondiElimina
  5. In questo nostro bel paese non ci facciamo mancare nulla.
    Purtroppo!

    Ricambio affettuosamente la tua carezza e l'abbraccio

    RispondiElimina
  6. Fortissimo! ^_^
    Un saluto e un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Concordo.

    Buon fine settimana, un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. oltre a non udenti sono anche non vedenti..un lazzaretto. ciao gatto

    RispondiElimina
  9. Ho evitato di vederlo/sentirlo... Chi l'ha visto mi ha detto ha bacchettato i suoi colleghi parlamentari, come lui fosse innocente ... disgustoso.

    RispondiElimina
  10. Mi sono sbellicata dal ridere.

    RispondiElimina
  11. Ti posteggerò senz'altro, basta che tu raggiunga il record di cui parlavi. Che mi sembra abbastanza facile da raggiungere in tempi brevi.

    RispondiElimina
  12. Stavo pensando l'ho sentito. Ma qua la vista è indispensabile.
    Stamani ero assalito da un pensiero: il governo Letta come tutti i figli ha un padre e una madre. Mater semper certa est dicevano i romani e penso che sia Napolitano. Il padre non credo che sia Bersani. Berlusconi si ammanta del ruolo di padre è disposto a fornire il mantenimento, ma fa dire all’Erode Brunetta che è pronto a togliere gli alimenti e disconoscerlo; non è certo un comportamento di padre neanche di un padre adottivo. Penso a Grillo che poteva tentare di mettere su famiglia e non volle... cerco anche mie possibili colpe. ciao
    - approfitto per dirti che ho inserito poco fa il link del tuo blog nella Passeggiata tra i blog suggeriti da arpa eolica. http://arpaeolica.blogspot.it/

    RispondiElimina